Cronotachigrafo smart: più sicurezza ed efficienza per il trasporto merci.

Il nuovo cronotachigrafo smart consente alle aziende di autotrasporto di monitorare la flotta in modo più preciso e garantire così ai loro clienti una maggiore sicurezza delle merci e ancora maggiore efficenza nel servizio.

NORMATIVA EUROPEA SULL’AUTOTRASPORTO

Nell’Unione Europea, l’attività lavorativa dell’autotrasporto è disciplinata dal Regolamento 561/2006/CE che prevede disposizioni relative a:

  • periodi di guida massimi (giornalieri e settimanali);
  • interruzioni durante la guida;
  • periodi di riposo (giornalieri e settimanali);
  • strumenti di controllo (cronotachigrafo).

Tale Regolamento si applica sia al personale dipendente che ai lavoratori autonomi relativamente al trasporto su strada di:

  • merci, effettuato con veicoli di massa massima ammissibile, anche trainanti rimorchi o semirimorchi, superiori a 3,5 tonnellate;
  • passeggeri, effettuato con veicoli atti a trasportare più di nove persone compreso il conducente.

CRONOTACHIGRAFO

Il cronotachigrafo è un dispositivo di misura elettronico che fa parte della strumentazione di bordo e registra i dati relativi all’attività lavorativa del conducente, le distanze percorse e le velocità.

Questo dispositivo è nato dall’esigenza di regolare i tempi guida, di lavoro e di riposo degli autisti, migliorare le loro condizioni lavorative e incrementare la sicurezza su strada. Sviluppato originariamente come strumento analogico dotato di un quadrante circolare, in seguito è evoluto in dispositivo analogico/digitale con disco di carta omologato, per arrivare fino alle apparecchiature attuali, interamente digitali con inserimento di carta tachigrafica.

CARTA TACHIGRAFICA

L’uso del cronotachigrafo digitale richiede l’impiego di carte tachigrafiche, ovvero di tessere con microchip che interagiscono con esso per identificare il soggetto che vi opera e memorizzare le informazioni ad esso attinenti. Vengono rilasciate dalla Camera di Commercio e sono di quattro tipi:

  • Carta conducente
  • Carta azienda
  • Carta officina
  • Carta controllo

DATI REGISTRATI

Gli odierni cronotachigrafi smart (o unità veicolo UV) salvano tutti i tempi e movimenti eseguiti dal mezzo, e vengono registrati sia nella memoria interna del dispositivo (informazioni relative ad almeno gli ultimi 365 giorni) che nella carta tachigrafica inserita.

  • Tempi di guida, di altri lavori (operazioni di carico, scarico etc.), tempi di disponibilità.
  • Interruzioni di guida e tempi di riposo.
  • Velocità tenuta dal veicolo.
  • Distanze percorse in chilometri.

FUNZIONI

Il cronotachigrafo smart svolge le funzioni di:

  • rilevazione e gestione dati del conducente nella sua memoria e nelle carte tachigrafiche;
  • registrazione dell’inserimento e dell’estrazione delle carte tachigrafiche;
  • rilevazione della velocità del veicolo, tramite i sensori installati a bordo del veicolo, e il superamento dei limiti massimi, la data e l’ora dell’evento e la velocità massima raggiunta;
  • visualizzazione e stampa dei dati registrati in memoria su scontrini cartacei (ticket);
  • trasferimento dei dati su dispositivi esterni (chiave usb o pc portatile).

VANTAGGI

Il cronotachigrafo smart consente alle aziende di autotrasporto di monitorare la flotta in modo più preciso e garantire una maggiore sicurezza delle merci. In particolar modo, è una fonte affidabile di dati completi e convalidati, che possono essere utilizzati per diversi processi telematici di controllo e ottimizzazione del fleet management. La trasmissione dei dati avviene attraverso la connessione satellitare, ovvero grazie ad un collegamento da remoto all’interfaccia della strumentazione di bordo. I dati, oltre ad essere compatibili con diverse piattaforme, utilizzano sistemi avanzati di crittografia, per aumentare ulteriormente la sicurezza ed evitare manomissioni.

MIGLIORAMENTO DEL FLEET MANAGEMENT

Al fine di migliorare ulteriormente il fleet management, molte aziende di autotrasporto interfacciano il cronotachigrafo smart (con relativi sistemi GPS e sistemi di trasmissione remota) con ulteriori e più potenti sistemi satellitari e lo stesso sistema CAN-BUS del veicolo. Attraverso questa soluzione, le aziende riescono ad integrare:

  • Geolocalizzazione del veicolo con connessione satellitare GNSS: la navigazione satellitare registra automaticamente la posizione del veicolo. Tale rilevazione avviene all’inizio e alla fine del periodo di lavoro del conducente e ad intervalli prestabiliti durante la guida e può essere connessa ai sistemi satellitari statunitense (Gps), russo (Glonass) ed europeo (Galileo). Oltre che per i controlli, la geolocalizzazione può essere usata dall’azienda di autotrasporto per gestire la flotta.
  • Comunicazione da remoto per la diagnosi precoce: un set di dati viene trasmesso in modalità wireless dagli strumenti installati a bordo del veicolo in movimento al dispositivo di controllo delle autorità. L’interfaccia standardizzata DSRC permette di svolgere altre funzioni importanti, come la trasmissione dei dati per la pesatura dinamica del veicolo e il controllo dei pedaggi.
  • Interfaccia con i sistemi di trasporto intelligenti: se il conducente dispone di un tablet o di uno smartphone, può collegare questi dispositivi tramite connessione bluetooth. In questo modo, può ottenere in tempo reale tutti i dati relativi alle sue attività di guida, di riposo e di lavoro comodamente sul proprio dispositivo mobile, facilitando così la pianificazione dei viaggi.
  • Interfaccia con software di fleet management: inserendo il set di dati della carta tachigrafica del conducente in un software di fleet management, si possono verificare le performance del conducente, verificare i tempi di guida e di riposo e l’eventuale commissione di infrazioni.

Questa soluzione offre numerosi vantaggi per le aziende di autotrasporto per il miglioramento del fleet management ed è uno strumento utile ai conducenti per monitorare i propri tempi di guida e riposo e monitorarli tramite il proprio dispositivo mobile.

AL PASSO CON I TEMPI

Al momento della scelta del partner a cui affidare il trasporto merci aziendale, è importante prendere in considerazione delle realtà che mettano a disposizione dei clienti anche queste soluzioni tecnologiche e che abbiano già intrapreso una campagna di progressiva integrazione di esse all’interno della propria flotta. Trasporti Romagna, come sempre all’avanguardia rispetto alle evoluzioni del mercato, è già in prima linea rispetto a queste innovazioni tecnologiche.


Fai del trasporto merci un vantaggio della tua azienda!